Strano ma vero! Studiare fa bene al cuore

Chi ha trascorso più di 8 anni tra i banchi di scuola corre un minor rischio di infarto . Il nesso può sembrare bizzarro, in realtà è il risultato di un ampio studio, pubblicato sulla rivista Heart che ha messo a confronto, in 52 Stati, circa 12mila infartuati e 14 mila persone in buona salute.     

Un gruppo di ricercatori svedesi ha scoperto che è l’istruzione, indipendentemente dall reddito familiare, dal lavoro svolto o dai beni posseduti, è associata direttamente col rischio di un attacco di cuore. In particolare, spiega una delle autrici della ricerca, Annika Rosengren, cardiologa del Sahlgrenska University Hospital di Goteborg: «Un livello di istruzione, uguale o inferiore a 8 anni di scuola, può significare un maggior rischio di avere un infarto, circa il 30% in più rispetto a chi è più istruito. La correlazione è più marcata nei paesi ricchi, ma evidente anche nei Paesi meno sviluppati». I motivi? « Sarà necessario approfondirli; probabilmente sono dovuti alla migliore conoscenza dei fattori di rischio e quindi a una migliore prevenzione», afferma Rosengren. Secondo lo studio, infatti, più alte percentuali di obesità addominale e cattive abitudini come fumo, poca attività fisica, scarso consumo di frutta e verdura, spiegano circa la metà del rischio connesso a bassi livelli di istruzione.

Leggi tutto l’articolo su: http://www.corriere.it/salute/cardiologia/10_gennaio_17/cultura-fa-bene-cuore_8b8e1f3e-fbb1-11de-a955-00144f02aabe.shtml

Annunci
  • Dona per Oltre su GlobalGiving

  • Devolvi il tuo 5×1000

  • Camera Solidale all’Hotel Canada

  • Donazioni

  • Segui Oltre FoodForBrains Onlus su Facebook